Poesie di Barbara Fedozzi


Home page  Lettura   Poeti del sito   Racconti   Narratori del sito   Antologia   Autori   Biografie  Guida   Metrica   Figure retoriche


Barbara
Ricordati Barbara
pioveva senza tregua quel giorno su Brest
E tu camminavi sorridente
raggiante rapita grondante
sotto la pioggia
ricordati Barbara
pioveva senza tregua su Brest
e t'ho incontrata in Rue de Siam
tu sorridevi
e sorridevo anch'io
ricordati Barbara tu che io
non conoscevo
tu che non mi conoscevi
ricordati,
ricordati comunque di quel giorno
non dimenticare
un uomo si riparava sotto un portico
ha gridato il tuo nome
Barbara.
Jacques Prvert


Rima dimenticata
Rima dimenticata
in quell' ultimo cassetto
Foglio dimenticato
messo per dispetto
da quello l
La memoria non pi quella
volata via
per far dispetto
a quel folletto.
Nel canal della laguna
ho trovato la
fortuna
seduto in quella barca
con una canna da pesca in mano
a scrutar l' acqua
e a guardar la riva.
accecato da quel riflesso
del canale.
Di barconi ne passan spesso
per disturbar quel folletto.
Sulla sponda ci st un cane
che aspetta
il suo padrone
che torni con il barcone.

F u o c o
Fuoco, scintillante e scoppiettante
rendi tutto pi affascinante
crei un' atmosfera fiabesca e da
sogno.
Fuoco, dai calore ad ogni cuore,
l
in quel caminetto
in quell' angolo della stanza
tu rendi i momenti
gioiosi
turbolenti
inebrianti
e ubriachi tutti
con il tuo calore
mentre fuori il vento soffia forte
e il freddo la f da padrone.

Cartolina

Scelta con cura
scritta bene
con parole dolci
come il miele
far tutto
in poche righe
per dire
" ti voglio bene".

Attimo
Stare l
seduta sugli scogli
e
soffermarsi a guardare
l' onda del MARE

Buon giorno!
E' L' ALBA,
l'inizio di una nuova giornata,
roseo il cielo,
vento leggero
spazza via
quel che resta
della notte incantata.
Spunta il SOLE,
primo raggio che saluta;
Cordiale e sincero
il canto del gallo
al suo begnamino ( il mattino)
E' l' ora di alzarsi,
darsi una mossa
lavarsi la faccia,
FARE LODE a NOSTRO SIGNORE,
contenta di esser viva
in questa giornata
dall'aria frizzante
di una giornata importante.

Voce
Voce,che da tempo non
tempri la mia mente
Voce,che risuoni nella stanza
eco di quel che f
Voce armoniosa e calma
Voce che vola nel tempo
Voce di parole dette
Voce di parole non dette
( solo pensate nella mente)
Voce che vibri nell'aria serafina
Voce che mi accompagni dalla mattina alla sera
Voce che vedi il sorgere del sole
Voce che tu vedi il calar del giorno
Voce tu vedi la luna
Voce vedi il firmamento
VOCE VOCE VOCE VOCE
Voce che tu
inabissi e
alzi
il mio pensiero.

( .... San.... Valentino....)
Una nota
a te dedicare;
Un fiore a te donare
poche parole....
per dire...
tante cose.
E altre grandi
come il mondo
( due )
parole solamente
per
dire........?!

Vita
Il SOLE tramontato
la
giornata
TI
ha
DONATO

Sotto quel
grande cielo
Terre
circondate
da
fiumi,laghi
montagne,boschi,
oceani e mari
Il canto della natura
ESPLODE
nel suo candore
fra
albe e tramonti
si alternano
scambiandosi
colori immensi
sotto quel
GRANDE CIELO

Goccia
Una goccia d'acqua,
si perde nel lago,
una goccia d'acqua nel
posto giusto
salva una vita.

Occhi
Occhi espressivi e belli,
di color del cielo
di un mondo incantato
che
DIO ha CREATO
e non HA DIMENTICATO.
 

L' amicizia
L' amicizia qualcosa di grande;
Grande come il mare,
profondo come l'oceano,
infinito come l'universo.
E' un sentimento che non conosce
BARRIERE e CONFINI
OSTACOLI o LIMITI.
Ha un inizio ma non ha mai una fine
e nel cuore senti un calore,
come se dentro di te
stesse spuntando L' ALBA
tiepida e luminosa che si f
strada nel buio del tuo CUORE
e non ti lascia
MAI SOLO.

Il mare
Sentir le onde
schiaffeggiare
schiuma bianca,
odore salmastro
nell' aria marina
in quella spiaggia mattutina.
Si vedon passare al largo
barche di pescatori
reti al vento ad asciugare.
Voli di gabbiani
fan ricamo
alla gente di quel mare,
volti abbronzati
segnati dalla fatica
dalla passata nottata.
Rimbombanti le voci
emergon dall'acqua
la gente che cammina
in riva .
e lontano ammirare
il sole riflesso nel mare.

Domenica
Suona la campana di quel paesetto
per annunciar il nuovo giorno benedetto
le f coro
il gallo del conte ISIDORO
che tutte le mattine
ringrazia e loda
NOSTRO SIGNORE
con i suoi chicchirich;
E lo f tre volte al d.
Poi c' il contadino
MERLINO
che la domenica dopo
la SANTA MESSA
festeggia assieme agli amici
con un bicchiere di vino.
E io che ora mi sono alzata
mi guardo attorno e
ringrazio di essere nata.
CIAO CIAO
e buona giornata e ricordati a mezzod
di mangiare quel panino l
non sei sola
sei in compagnia.

Abbraccio
Un abbraccio al mondo
pensare
di volare
di abbracciare
il cielo,la terra,
il mare;
Di vedere
luna e stelle,
guardare
il firmamento tutto,
e il sole scaldar
la mia pelle
e dire al mondo
"PACE SIA"
prendersi per mano
e tornare
a correre
come bambini,
nei prati,
boschi
e giardini.
Prendere la vita
come viene
sorridere a tutti
che f
solo
star bene.

Da sempre "Donna"
Dolce armoniosa
Donna,
Sposa;
Sposa premurosa
dedicata alla cura della casa.
PERNO
insostituibile,
nella Vita dignitosa.
Albero perenne
dalle radici profonde,
con rami
che sembran mille braccia.
Solo
TU
sei madre.
Donna amante
per dire
solo.
Un solo nome
"DONNA".

Filastrocca
Nella piazza di una citta'
sotto quel lampione,
ci stava una donna pazza;
che,
ogni giorno
a quella data ora,
faceva la sua scenata
e poi cantava al mondo intero.
Li' in disparte,
un uomo di colore,
seduto
nella panchina
a bocca aperta ad ascoltare
come spettatore.
Alla fine
della esibizione,
quest'ultimo,
batteva le mani
e con occhi lucidi
con tanta commozione
le chiedeva il bis di quella
interpretazione.

Rosa
Dal roseto l sei nata

la tua culla,
la tua vita
attorniata da
foglie e spine;
sei una dea
sei la regina
fai sbocciar:
"tanti amori"
tanti sono i tuoi colori
sei
come un camaleonte
rosso,bianco, ibridi di tea,
giallo e fluribunda
e un incanto
il tuo profumo dai
tuoi petali
smaglianti e vellutati.

Pensiero
Vola lontano;
rimbalza nell'abisso
esalta l'universo,
fa
tremare
il cuore
induce speranza:
"nel segno dell'amore"

Collina
Verde collina,
baciata dal sole,
che
in terra cogli
quella casetta incantata,dai balconi aperti
a prender
aria frizzantina;
grida di bimbi,
l'abbaiare del cane,
canti di uccelli
e a far coro,
di una voce di donna dall'ugola d'oro.
Collina
polmone verde
che rincuori,
in un mondo pieno
D'AMORE.

Il canto
Il canto dell' autunno arrivato,
resta il pensiero del tempo passato;
Il tempo vola .......
e come la brezza del mare che
accarezza quel che.......
non si pu toccare.
Il toccare del cielo con un dito,
esalta la vita e la rende pi
infinita,
ed esaltante; nel suo
immenso,
il sole scalda
per chi raccoglie
i doni
della MADRE TERRA.

Sognando
In fondo a quel viale,una casa di sassi e mattoni rossi circondata da un grande giardino;in questo spazio verde,rose bianche, rose rosse ,rose tante rose profumate.Aiuole di primule di vari colori .Pini e betulle,vicine al laghetto il salice piangente;alberi secolari ampi e belle le loro braccia che toccano il cielo, a una giornata dall'odore frizzantino.


Home page  Lettura   Poeti del sito   Racconti   Narratori del sito   Antologia   Autori   Biografie  Guida   Metrica   Figure retoriche