Pagina iniziale

Tematiche e testi

Poeti del sito

Narratori del sito


 Poetare | Poesie | Licenze | Fucina | Guida | Strumenti | Metrica | Figure retoriche | Creazione | Autori | Biografie

Poesie pubblicate il 24 Settembre 2017
Nell'inviare le poesie,  attenersi al regolamento

-cliccare per leggerlo-

 

Antologia poetica
L'amore - La donna - Morte dei propri cari - Affetto per i propri cari- Tristezza e solitudine - Il dolore - La nostalgia - Racconto di un episodio - La natura - Gli animali - Gli oggetti - I desideri - I ricordi - Il poeta e se stesso - Il poeta e i luoghi - Il poeta si diverte -

Novità | Concorsi di poesia | Poesie consigliate | Racconti consigliati

Invia i tuoi racconti      Recensioni       La sorgente delle poesie      La Nuova Giostra della satira      Rubrica di annunci    

Commenti
 

Invia le tue poesie

    

Consiglia una poesia

 

      

 



Poesia a tema
Gioia e tristezza

 


 

Haiku
Spire di fumo
Disegnano nuvole
sotto la luna
Franco Palladino

28. Dislessico
L'incubo dei dettati
un poco dislessico
e leggere, scrivere
da diventare matti
inventandosi percorsi
per la mano e per la lettura,
scoprii i libri
arrivando al massimo
proprio in italiano
quindi per le lingue bocciai
ed in francese mi laureai,
solito percorso ad ostacoli
per menti sgrammaticate
valutate inadatte,
e in piena natura
perdo la scrittura

Da Secondo Diario Poetico
Francesco Soldini 

Alba e Tramonto
Un'ora c'è, al nascere e al morir del giorno
che nell'un caso e l'altro ha luce uguale,
di quel celestin-rosato naturale
sia che ci siano o no, nuvole attorno.

Unico color si fanno: di lei il rosa,
di lui il celeste - che son quei colori
dei nostri lui e lei che, coi loro amori,
nuove albe dan, con alma generosa.

Come Alba che regala gli oggi e i domani.
E in quell'ora - che ha lo stesso colore -
Tramonto - anch'egli col suo quadro d'autore -
porta i riposi, e…ci unisce le mani.
Armando Bettozzi

"Amare è un po' morire"
(canzone)

Sei come un vortice che arriva pian piano
non riesci più a muoverti ed a fuggire
poi lento ti trascina via lontano:
amare, ho capito, è un po' morire.

Sì, amare è un po' punire
amare è molto perdonare
perdersi e non saper cosa dire
chiedere nulla e, sempre donare

Sei come un'onda che a un tratto ti travolge
non riesci a star a galla od a risalire
come oscuro lenzuolo forte t'avvolge:
amare, ho capito, è un po' morire.

Sì, amare è un po' punire
amare è molto perdonare
perdersi e non saper cosa dire
chiedere nulla e, sempre donare

Sei come il vento che ti piega la schiena
non riesci a stare in piedi, ti fa sfinire
lacera come lupa e ride come iena:
amare, ho capito, è un po' morire.

Sì, amare è un po' punire
amare è molto perdonare
perdersi e non saper cosa dire
chiedere nulla e, sempre donare

Sei fango che t'affonda e sole che brucia
ti vorresti nascondere e un po' coprire
ma ogni vergogna si trasforma in audacia:
amare, ho capito, è un po' morire.

Sì, amare è un po' punire
amare è molto perdonare
perdersi e non saper cosa dire
chiedere nulla e, sempre donare

Sei luna che ammalia e notte che nasconde
sei ogni stella in cielo da voler scoprire
sei l'ombra che paura un po' sempre infonde:
amare, ho capito, è un po' morire.

Sì, amare è un po' punire
amare è molto perdonare
perdersi e non saper cosa dire
chiedere nulla e, sempre donare
Myriam Rose Ruah

Il trionfo della morte
Andiamo,
che già l'ora volge a sera
suona mesta, stanca, una campana
nel tocco affondo
e s'alza una preghiera
quanto dolore al mondo,
il cuor dispera.

Ascolto,
solo la voce irosa dei potenti,
il ghigno nella sala dei bottoni,
colonne d'esuli affannati,
pianto d'un bimbo,
vecchi disperati,
mondo nel limbo.

Osservo,
impotente annaspo nell'abisso,
la pace rassegnata s'allontana,
si fa la conta solo dei cannoni
s'alza la voce insana,
follia delle ambizioni,
tace campana.

(Donnas 10.4.2017 – 8,54)
Salvatore Armando Santoro
 

Camminerò
Camminerò al tuo fianco fino all'infinito …
Sbagliando imparerò a correre …
Narrerò storie
di mondi
in cui il vivere
è una favola a lieto fine.
La realtà è bugiarda …
Nessuno mai morrà felice & contento.
Genini Filippo   

Terremoto
Sull’altopiano s’è aperta la terra.
Ha inghiottito case ed armenti.

Tutto ha distrutto.

Sotto il portico antico
sono accucciati tra muri cadenti
cani randagi con esseri umani.

Due bimbi neonati
immoti e abbracciati
riempiono il vuoto
fra tre muri crollati.

Improvvisa la morte
una donna fiorente
abbracciando un bambino
ha sorpresa nel sonno.

Vagano ombre sgomente
nel buio di notte
non trovano via
che a casa le porti.

Non hanno più tana.

Un padre cerca i suoi figli
una madre s’aggira in lamenti
tra massi e detriti.

Ogni speranza è sepolta.

Alcamo, 28.11.2016 ore 19,25.

Da SETTANTA QUATTRO
Marino Giannuzzo

Malastrana
Per ignote vie
strette
stride il violino,
balzano le note
contro i muri
delle case desolate,
urlano alla vita
pezzi d’amore
come specchi
rifulgenti al sole.
Lo zingaro
riprende il suo cammino
mentre s’alza il canto.
E le note,
le note
sembrano non aver mai fine.

Da Di terre straniere
Carla Malerba  

Pasquinate

Renzi Matteo, deh, non ti indignare
se qualcun vuole in CONSIP curiosare
e quell'antico adagio non scordare
ché dice che la prima fu a cantare
gallina quando l'ovo volle fare…

***********

Ritornano a volare in cieli oscuri,
dicendo che son sempre duri e puri,
marmaglie che a guardarle infine appuri
che marchia svastica i lor cuori scuri.
E mai qualcuno c'è che le censuri !

***********

Un bel pranzetto stanno apparecchiando
compari di merende preparando
dell'elezioni norme già pensando
a scranni da spartirsi, nominando
vassalli fidi…e il popolo ignorando.
Piero Colonna Romano

Haiku
fine settembre-
accanto ai miei passi
le foglie gialle
Salvatore Cutrupi

Fiori di fuoco
vorrei essere così libero da cantare la mia canzone
perdere tutte le partite col destino sentire ogni lacrima
bere dalla fonte della giovinezza la droga del fuoco
vivere vivere vivere spinto a camminare tra i lupi
tasche piene di sogni speranze bandiere ideali
sono solo un uomo un semplice uomo contro i Black Dogs della strada
feroce veloce madido di sudore e di lotte
redimere i dipendenti dal porno dalle vacanze a rate o dal crack in vena
solitario Ronin col codice di un fottuto guerriero dei sogni
nuovi alieni risorgiamo dalla democrazia questa è la strada
dimmi veggente! leggi nei miei occhi il fragile del mattino
oh come vorrei esserti abbraccio quando smetteremo di tremare
ti verrò a cacciare su tutti i pianeti non mi puoi più ingannare
donna non donna amazzone chimera certe volte abisso altre volte riva
cuore perduto nella partita con il destino morire anche ma solo per migliori lidi
vorrei essere così libero da potere cantare la mia canzone all’Inferno

eccoti bambino con troppa adolescenza di sangue sulle tue spalle
anche gli uomini forti a volte piangono
imparerai presto bambino – che piangere fa crescere più forti le ali
per quando arriverà la tempesta

Da “Collaudo d’astri per Cerimonia degli Stormi
Jacqueline Miu

Cosa ci resta ?
Cosa ci resta
al cambio della stagione
quando foglie
a mucchi sulla strada
hanno il pianto dentro
e fuori la tristezza
Cosa ci resta
quando il giorno si accorcia
mutano gli umori
e le lacrime del cielo
s’intrappolano in un cielo vermiglio
ricamato di colori e di nuvole.
Cosa ci resta?
se non frugare in silenzio
nel cespo d’incanto
dei profumi della nuova stagione
riemersi sugli odori del vento
e se pur il ricordo dell’estate
sospira ancora tra gli scogli
torna l’autunno
lo sento dal passo del tempo
Antonia Scaligine

Now you must!
Yes, we can, but MAY?
Batti un colpo se ci sei:
la UE c'è, ma la UK ?
Di 28 ce n’è uno!
Non aspettar fino al vent’uno …
Mezza fuori, mezza dentro:
non è questo, ora, il momento ! …
Carlo Chionne

…ascoltiamo l’albero che ci parla….

....“…palpitano i miei palmi
quando l’acque si imperlano
tra le docili nervature,
e quando s’aprono
in cerca del radioso sole
gemma l’aria: vibrare sento il raggio
sul verde mio manto,
e quando il vento passa
tra le mie scheletrite braccia
caldo o freddo
mi sussurra un dolce canto
antico balsamo,
ed io, allora
cerco il cielo
e divengo
natura viva…”

...l’albero è vivo…
lui ci ascolta.
laura toffoli


Poesia consigliata
-Leggi le altre-

 



Racconti
e testi vari


 



 Commenti - Poesie consigliate


 

Pagina iniziale

Tematiche e testi

Poeti del sito

 

 Poetare | Poesie | Licenze | Fucina | Guida | Strumenti | Metrica | Figure retoriche | Creazione | Autori | Biografie

Torna su

Poetare.it © 2002